Corrado Fergnani

(Viguzzolo d’Alessandria, 1910 – Milano, 1986)

Figlio di un militare di carriera seguì giovanissimo con la famiglia il padre che, per ragioni di servizio, aveva trasferimenti di sedi nelle varie regioni. Soggiornò a lungo in Emilia e Toscana dove cominciò ad avere i primi contatti col disegno e la pittura. Studia all’Accademia di Brera ed al Castello Sforzesco di Milano con Aligi Sassu.

Allievo del Mossa e del Tallone frequentò assiduamente per diversi anni il suo studio lavorando alla figura e al paesaggio. In seguito si dedica all’illustrazione di pubblicazioni e infine alla pubblicità in una grande azienda milanese. Ma non dimentica la pittura e saltuariamente espone in mostre collettive. Nel 1956 lascia l’impegno aziendale per dedicarsi completamente alla pittura.

Espone in varie gallerie italiane ed estere. Seguendo l’esempio di Semeghini, Vellani Marchi, Guidi ed altri osserva lo straordinario paesaggio lagunare di Venezia. Quei maestri e questa natura lo spronano a seguire codesta via e a coglierne la luce piena e lirica.